Francesco Chello

Francesco Chello

Pro

I have come here to chew bubblegum and kick ass. And I'm all out of bubblegum.

Favorite films

Recent activity

All

Recent reviews

More
  • The Mercenary

    The Mercenary

    ★★★½

    Corbucci anticipa per certi versi il suo Vamos a Matar Compañeros, affronta la rivoluzione messicana con tono leggero senza dimenticarne il sottotesto politico. La struttura poggia sul contrasto tra la cinica concretezza del mercenario (del titolo) di Franco Nero e l’ingenuo idealismo di un Tony Musante spacciato per messicano. Breve ma utile la presenza di un Jack Palance con insolito riccio birbante. Diretto con mano svelta, non mancano sparatorie e duelli anche belli tesi, sulle note di Morricone in sottofondo.

  • The Mask

    The Mask

    ★★★

    La maschera è in realtà la valvola attraverso la quale Jim Carrey può dare sfogo a Jim Carrey, lasciarsi andare in quella mimica e gestualità sopra le righe, perdere volutamente il contatto con il mondo reale rimanendo perfettamente plausibile. È il suo show ed è così che vengono fuori una manciata di momenti simpatici che non so se definire iconici ma quanto meno universalmente riconoscibili nell’immaginario collettivo. Insomma, di sfumeggiante c’è il protagonista, non tanto un film che oggi come…

Popular reviews

More
  • Bad Tales

    Bad Tales

    ★★½

    Probabilmente vado controcorrente, considerando gli elogi che stanno piovendo a cascata. Favolacce non mi ha convinto e non mi sentirei di affidargli questa presunta rinascita del cinema italiano. Qualcuno parlava (nello specifico) di cinema di genere, di fiaba nera, quando siamo in altri (e consueti) territori, io ci ho visto fondamentalmente un dramma dal finale gratuitamente tragico. Di spunti ce ne sono, ma non puoi reggere la visione su quelli. Il comune denominatore è il disagio, quello emotivo e/o sociale dei…

  • The Fate of the Furious

    The Fate of the Furious

    ★★★★½

    Pazzesco. Semplicemente.
    Se sono uscito dal cinema ancora una volta (l'ennesima) soddisfatto ed esaltato è per tante ragioni. Ragioni che prese singolarmente varrebbero già un giudizio positivo, figurarsi messe insieme. 
    Una saga che all'ottavo capitolo (O T T O) si preoccupa ancora di alzare l'asticella - quando potrebbe accontentarsi di campare di rendita - riuscendoci alla grande anche stavolta.
    Una carrellata di scene d'azione da paura perfettamente contestualizzate in uno script attento che trova il tempo di mettere tutti i…